17 aprile 2014

SHORT-LIST PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ DEL GAL

di ufficiostampagal

FORMAZIONE DI UNA SHORT-LIST PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI E L’INDIVIDUAZIONE DI PARTNER A SUPPORTO DELLE ATTIVITA’ DEL GAL PER LO SVILUPPO LOCALE

Scadenza 5 maggio, scarica qui il bando

8 aprile 2014

Proroga della scadenza per i bandi pubblicati

di ufficiostampagal

Si informa che i termini per la presentazione delle domande di aiuto sui bandi del PSL Terrae Nostrae sono stati prorogati

al 10 MAGGIO prossimo.

comunicazione proroga scadenza bandi PSL

21 marzo 2014

Terrazzamenti storici e Botteghe del contadino: bandi con scadenza 9 aprile

di ufficiostampagal

Sono stati pubblicati sul BURC N°11 parte 3^, del 10 Marzo 2014, gli estratti dei seguenti bandi pubblici:

  • Misura 216 Azione 2 – Intervento 3.2.1: “I terrazzamenti storici nelle aree rurali, attività di recupero/riqualificazione/tutela” – 2° bando
  • Misura 312 Azione 2 – Intervento 1.2.3: “Botteghe del contadino e servizi turistici” – 4° bando

La scadenza per la presentazione delle domande di aiuto telematiche è fissata al 9 aprile prossimo.

 

Terrazzamenti storici – 2° bando

All. 1 Terrazzamenti      All. 2 Terrazzamenti      All. 3 Terrazzamenti      All. 4 Terrazzamenti              All. 5 Terrazzamenti      All. 6 Terrazzamenti      All. 7 Terrazzamenti 

ATTENZIONE: Facendo seguito alle richieste pervenute da parte dei tecnici incaricati, ed al fine di conformare la documentazione richiesta con quanto previsto dalle disposizioni attuative del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabriasi precisa che i beneficiari dovranno presentare il progetto definitivo/esecutivo corredato dagli elaborati previsti nel bando e da una dichiarazione del tecnico progettista, resa ai sensi del DPR 28 dicembre 2000 n. 445, che per l’intervento in proposta nulla osta all’ottenimento ed al rilascio di tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie, ovvero che per l’intervento in proposta non sono necessari permessi o autorizzazioni e che nulla osta alla immediata cantierabilità delle opere previste. I permessi e nulla osta, ove necessari, devono essere comunque prodotti al GAL contestualmente alla comunicazione di Inizio Lavori (vedi bando, art. 10, punto 3 e lettera i).

 

 

Botteghe del contadino – 4° bando

Allegato 1 Botteghe      Allegato 2 Botteghe      Allegato 3 Botteghe      Allegato 4 Botteghe       Allegato 5 Botteghe      Allegato 6 Botteghe 

ATTENZIONE: Facendo seguito alle richieste pervenute da parte dei tecnici incaricati, ed al fine di conformare la documentazione richiesta con quanto previsto dalle disposizioni attuative del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabriasi precisa che i beneficiari dovranno presentare il progetto definitivo/esecutivo corredato dagli elaborati previsti nel bando e da una dichiarazione del tecnico progettista, resa ai sensi del DPR 28 dicembre 2000 n. 445, che per l’intervento in proposta nulla osta all’ottenimento ed al rilascio di tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie, ovvero che per l’intervento in proposta non sono necessari permessi o autorizzazioni e che nulla osta alla immediata cantierabilità delle opere previste. I permessi e nulla osta, ove necessari, devono essere comunque prodotti al GAL contestualmente alla comunicazione di Inizio Lavori (vedi bando, art. 10, punto a + lettera i).

18 marzo 2014

Pubblicazione bandi GAC Medio Ionio

di ufficiostampagal

E’ stato pubblicato sul BURC N° 11 – Parte III – del 10.03.2014, l’avviso inerente i bandi sotto elencati.
La scadenza è fissata entro il termine perentorio di 45 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Calabria (BURC). Aggiornamenti ed info anche sul sito ufficiale del GAC: www.gacmedioionio.it

GAC Medio Ionio bando 4.1

GAC Medio Ionio Bando 4.2.1

GAC Medio Ionio bando 4.2.4

GAC Medio Ionio bando 4.2.5

GAC Medio Ionio Bando 4.3

In riferimento a tali bandi, si rende noto che i Comuni che non hanno sottoscritto l’accordo partenariale per la costituzione dell’ A.T.S. G.A.C. – Medio Ionio, potranno partecipare ai bandi per un’intensità di aiuto pari al 60% dei fondi F.E.P..

Si rammenta, inoltre, che gli enti pubblici non potranno recuperare l’IVA a valere sui progetti presentati.

5 marzo 2014

Versione definitiva dei bandi per gli artigiani e le microfiliere

di ufficiostampagal

Nei link che seguono la versione definitiva dei bandi per gli artigiani e le microfiliere, cui attenersi per la presentazione dei progetti. L’estratto è stato pubblicato sul BURC n. 7, parte III, del 14 febbraio 2014. Pertanto la scadenza per la presentazione delle domande di aiuto è fissata al 15 aprile 2014.

Bando Botteghe Artigiane – versione definitiva

Bando Botteghe Artigiane – allegati

ATTENZIONE: Facendo seguito alle richieste pervenute da parte dei tecnici incaricati, ed al fine di conformare la documentazione richiesta con quanto previsto dalle disposizioni attuative del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabriasi precisa che i beneficiari dovranno presentare il progetto definitivo/esecutivo corredato dagli elaborati previsti nel bando e da una dichiarazione dal tecnico progettista, resa ai sensi del DPR 28 dicembre 2000 n. 445, che per l’intervento in proposta nulla osta all’ottenimento ed al rilascio di tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie, ovvero che per l’intervento in proposta non sono necessari permessi o autorizzazioni e che nulla osta alla immediata cantierabilità delle opere previste. I permessi e nulla osta, ove necessari, devono essere comunque prodotti al GAL contestualmente alla comunicazione di Inizio Lavori (vedi bando, art. 10, punto a + la lettera a).

Bando Microfiliere

Bando Microfiliere – allegati 121

Bando Microfiliere – allegati 123

Bando Microfiliere – allegato 1

Bando Microfiliere – allegato 2

Bando Microfiliere – allegato 3

Bando Microfiliere – allegato 4

Bando Microfiliere – allegato art. 38

ATTENZIONE: Facendo seguito alle richieste pervenute da parte dei tecnici incaricati, ed al fine di conformare la documentazione richiesta con quanto previsto dalle disposizioni attuative del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabriasi precisa che i beneficiari dovranno presentare il progetto esecutivo corredato dagli elaborati previsti nel bando e da una dichiarazione del tecnico progettista, resa ai sensi del DPR 28 dicembre 2000 n. 445, che per l’intervento in proposta nulla osta all’ottenimento ed al rilascio di tutti i permessi e le autorizzazioni necessarie, ovvero che per l’intervento in proposta non sono necessari permessi o autorizzazioni e che nulla osta alla immediata cantierabilità delle opere previste. I permessi e nulla osta, ove necessari, devono essere comunque prodotti al GAL contestualmente alla comunicazione di Inizio Lavori (vedi bando, art. 24 lettera c + art. 35 lettera c).

3 marzo 2014

Tre ulteriori bandi in prepubblicazione

di ufficiostampagal

BANDO BOTTEGHE DEL CONTADINO prepubblicazione

BANDO MERCATI CONTADINI E SEGNALETICA prepubblicazione

BANDO TERRAZZAMENTI prepubblicazione

Tag: ,
15 ottobre 2013

Piano di Sviluppo Locale “Terrae Nostrae”: si insedia il Comitato Tecnico Scientifico

di ufficiostampagal

Il GAL Serre Calabresi/Alta Locride allarga i propri orizzonti con l’istituzione e l’insediamento del Comitato Tecnico Scientifico: una struttura di direzione per il Piano di Sviluppo Locale (e non solo) dalla quale si attende supporto scientifico, riferimenti culturali, e relazioni con le istituzioni di ricerca nazionali e comunitarie.

Il Comitato si è insediato ufficialmente venerdì scorso, 11 ottobre, Continua a leggere

21 giugno 2013

Il GAL a Faye D’Anjou per la conferenza sull’Enoturismo in Europa

di Pasquale Cosentino

OLYMPUS DIGITAL CAMERAFra oltre 170 delegati, per i quali sembrava assolutamente normale partecipare ai lavori senza defilarsi, senza telefonare, senza distrazioni fuori tema, abbiamo probabilmente intuito subito che c’erano diverse cose da esplorare, e da imparare. Ed “esploratori” è stata proposta come traccia, per esperienze di questo tipo. Esploratori di una specie particolare: epicurei, cacciatori di gusto, e di sensazioni. Rispetto a “cultivons les plaisirs”, e “cultivons l’émotions”, il nostro slogan “coltiviamo futuro” sarà sembrato troppo sfumato, troppo generico. Per riempirlo di contenuti concreti servirà la messa a punto di più cose, la cui attenta osservazione giustifica, da sola, la partecipazione a un progetto di cooperazione.

Tutto, o quasi tutto, in questi ambiti, passa dalla capacità di cambiare – attraverso il confronto con le applicazioni altrui – le proprie abitudini. Concepire una diversa organizzazione della pietra (come hanno detto i portoghesi) pur lasciando che essa rimanga “pietra”. Così, nel resoconto delle differenti esperienze messe in pratica nei paesi europei coinvolti, si è aperto, per tutti, un ventaglio di possibilità tra loro spesso integrate e, entro certi limiti, integrabili.

L’ Europa dei vigneti  è composta da più di tre milioni d’ettari di paesaggio coltivato, che sono l’identità dei singoli territori.  Il turismo, durevole e sostenibile, affonda le proprie radici nella storia e nutre le fronde della vita concreta delle persone su quelle aree. Le vigne, così concepite, partecipano veramente alla ricchezza naturale e culturale dell’Europa. Vivono del lavoro di donne e uomini che sembrano instancabili, appassionati,  formati professionalmente, innamorati.

Noi abbiamo fatto esperienza di raziocinio, pulizia, armonia, allegria, euritmia. Abbiamo camminato tra vigneti che si perdevano oltre lo sguardo e l’orizzonte, su tutti e quattro i lati. Ordinati, precisamente allineati, luminosi anche nelle mattinate più grigie. Che cosa sortirà da tutto questo, dal confronto tra l’esperienza dell’industria turistica francese, il coraggio diversificato di spagnoli e portoghesi, i nostri primi, timidi, tentativi, è presto per dirlo. L’istituto Europeo degli Itinerari Culturali assicura coordinazione e assistenza tecnica, anche per quanto riguarda la diffusione delle informazioni: per ogni euro investito nel vino un euro e mezzo andrebbe investito per l’informazione. Anche perché, secondo un pensiero di Leonardo da Vinci opportunamente citato,  se qualcosa viene scritta, o addirittura vissuta, è probabile che non si dimenticherà mai.

Rimane, questa incursione della delegazione del GAL nella Valle della Loira, un’esperienza preziosa, da mettere a frutto. L’impressione netta è che i concetti di scambio, cambiamento, reciprocità, lontano dalla Calabria siano parola “viva”, e non crampi del linguaggio a cui restituire forma e contenuto. Le eccellenze del passato rischiano di incuriosire sempre meno. Tuttavia le nostre slide sono quelle che hanno attirato maggior attenzione. Anche per questo (e non solo per questo) resta da ringraziare (giacché è sfuggito, a differenza di quanto avvenuto in altri gruppi) la Dott.ssa Monica Mollo, Responsabile della Cooperazione Transnazionale. Integrum opus animavit.

link utili:

http://www.leader-layon-saumurois.fr/actions_de_cooperation,10,142.html

http://www.leader-layon-saumurois.fr/images/uploaded/LEADER/TR%204%20-%20italiens.pdf

http://www.itervitis.com

http://www.translayon.fr

15 aprile 2013

Approvato il Piano Locale per il Lavoro

di ufficiostampagal

Venerdì 12 aprile, nella sala consiliare della Comunità Montana Fossa del Lupo, a Chiaravalle, il partenariato pubblico e socio-economico ha approvato il Piano Locale per il Lavoro denominato “PLL Terra fra i due mari tra accoglienza diffusa e Distretto delle Diversità”.
Il progetto si inserisce nella strategia per l’occupazione che il Dipartimento del Lavoro della Regione Calabria ha avviato nel mese di dicembre scorso, con la pubblicazione dell’Avviso Pubblico per la presentazione dei Paini Locali per il Lavoro (PLL) e il dichiarato obiettivo di rafforzare le potenzialità dei sistemi locali produttivi attraverso l’integrazione delle politiche del lavoro con quelle dello sviluppo.
Gli attori che hanno avviato il processo di consultazione, concertazione, e cooperazione per la formazione del partenariato, l’individuazione dei fabbisogni territoriali e della strategia del PLL sono stati il Centro per l’Impiego (CPI) di Soverato, che nel suo territorio di competenza si occupa delle politiche attive del lavoro, ed il GAL Serre Calabresi-Alta Locride, organismo di diritto pubblico che mette insieme le due agenzie di sviluppo locale (il GAL Serre Calabresi ed il GAL Alta Locride) impegnate per la promozione, ideazione e realizzazione di strumenti di policy per lo sviluppo locale.
All’iniziativa del GAL ha aderito un ampio partenariato (60 partners, tra cui 29 Comuni dell’area delle Serre Calabresi e dell’Alta Locride, la comunità Montana Fossa del Lupo e l’Unione dei Comuni “Monte Contessa” designata capofila) che rappresenta una popolazione residente superiore ai 70mila abitanti. Tra gli altri enti pubblici: l’Associazione dei Comuni e delle Comunità Montane dell’area delle Serre Calabresi, il Consorzio Forestale “Serralta”, il Consorzio di Bonifica Jonio Catanzarese, l’Istituto Tecnico Commerciale “Calabretta” di Soverato. Completano e qualificano l’ampio partenariato le Associazioni di categoria e datoriali (Coldiretti, Confagricoltura, Copagri e l’Ordine degli Agronomi), la CGIL Catanzaro Lamezia, diverse Organizzazioni di produttori e partners privati. Da citare anche l’adesione del Comitato per il Distretto Rurale delle Serre Calabresi, presieduto dal Sindaco di Torre di Ruggiero, Avv. Giuseppe Pitaro, che di recente ha ottenuto il riconoscimento della Giunta Regionale.
Il Presidente del GAL, Renato Puntieri, ha diretto l’assemblea del partenariato, manifestando soddisfazione per l’ampio coinvolgimento, e ringraziando l’Unione dei Comuni di Monte Contessa ed il suo Presidente Natale Amantea per avere accolto l’invito ad aderire alla sua proposta, ma anche esplicitando rammarico per la mancata partecipazione dei Comuni dell’Unione del Versante Ionico che, pur soci del GAL, hanno fatto una scelta diversa.
La strategia e gli obiettivi del PLL sono stati illustrati dal Direttore del GAL, Gregorio Muzzì, che ha evidenziato la novità del PLL come strumento di crescita che, per la prima volta, integra le politiche di sviluppo locale con le politiche del lavoro. Obiettivo generale del PLL “Terra fra i due mari” è rafforzare e sostenere i progetti di sviluppo integrato del territorio per la realizzazione di un distretto per l’accoglienza e la diversità. Una logica che tiene in giusto conto la varietà di offerta di accoglienza (turismo verde, ospitalità diffusa, tipicità ed enogastronomia, tradizioni e cultura, destagionalizzazione) e la diversità soggettiva della domanda di accoglienza: abilità diverse, famiglie con difficoltà, anziani, immigrati, soggetti provenienti dai vari ambiti della regione o già residenti nelle aree interessate. Il PLL prevede un investimento di 4,2 milioni di euro, e si stima di creare o consolidare circa 400 posti di lavoro, attraverso risorse finanziarie per la dote occupazionale, il sostegno all’occupazione delle categorie svantaggiate, voucher per la buona occupabilità e la creazione di impresa.

Link: http://wp.me/P2Bj9c-4f
20 febbraio 2013

Contrasto allo spopolamento: in campo 42 milioni di euro

di ufficiostampagal

Le graduatorie del Progetto integrato di sviluppo regionale (Pisr) “Contrasto allo spopolamento”, approvate dalla Giunta Regionale, sono state presentate ieri mattina nel corso di una conferenza stampa che si è svolta all’hotel Guglielmo di Catanzaro. Il programma, con una dotazione di 42 milioni di euro, si attua attraverso cinque Pisl finanziati, uno per Provincia.pisl1

Chiusa la fase della programmazione e della progettazione, si apre adesso, per i territori interessati e le amministrazioni locali, quella dell’attuazione. Che naturalmente richiede ai comuni, in particolare i capofila, la sottoscrizione in tempi rapidi dell’accordo di programmazione negoziata e l’apertura dei cantieri. I sindaci di questi piccoli centri, con meno di 1500 abitanti, dispongono ora di una buona opportunità di imprimere un cambio di marcia alle loro comunità. Grazie alle risorse europee sarà possibile riqualificare immobili, aree e infrastrutture degradate o sotto utilizzate, innescare processi virtuosi di sviluppo demografico/imprenditoriale, e la diffusione di un modello di crescita auto-sostenibile.

Il Pisl della nostra provincia (“Il Paese che non c’è…”: 32 i progetti ritenuti ammissibili e 25 quelli finanziati su un totale di 42) dispone di una dotazione finanziaria di 6,7 milioni di euro. Punta alla realizzazione di un “Distretto delle Diversità”, che sia polo di riferimento regionale per la diffusione della cultura dell’inclusione. Prevede programmi di accoglienza rivolti a persone con abilità diverse, famiglie in difficoltà, anziani, immigrati. Vuole implementare interventi educativi, sociali, formativi e di ricerca, fornendo altresì occasioni di svago, apprendimento e lavoro.

La tempistica che lo attende è molto stretta: entro il 31 dicembre del 2013 è necessario definire impegni di spesa giuridicamente vincolanti, ed entro il 31 dicembre 2015 i lavori dovranno essere completati. L’Unione Europea non ammette deroghe.

1 ottobre 2012

Il Gal Serre Calabresi Alta Locride approda nell’Arcipelago delle Azzorre

di monicamollo

 Il progetto di Cooperazione transnazionale “Il giardino dei vitigni“ ha portato il Gal Serre Calabresi Alta Locride a partecipare a un meeting internazionale nel territorio dei colleghi portoghesi.

Il disegno di cooperazione vede infatti collaborare – per lo sviluppo di una rete che promuova il turismo enogastronomico – cinque partner, facenti capo a cinque Gruppi di Azione Locale.

Insieme al Gal Serre Calabresi Alta Locride sono coinvolti nel progetto il Gal Gaillacois (ente capofila) e il Gal Layon per la Francia, il Gal Grater e il Gal Adeliaçor per il Portogallo.

Nel settembre 2011 il Gal Serre Calabresi Alta Locride aveva ospitato questi partner nel nostro territorio, conducendo proficue  giornate informative, di programmazione e di visita.

L’intento è quello di creare sviluppo dal punto di vista delle risorse enogastronomiche, e utilizzare al meglio le potenzialità di ogni singolo territorio mettendo a paragone produzioni, modelli di sviluppo comuni e migliori pratiche, nella convinzione (iscritta nel dna dei Gal) che le buone procedure di partenariato, lo scambio di esperienze, il confronto, conducono sempre, oltre ogni chiusura regionalistica o “etnica”, a una sintesi più efficace e più alta.

Il percorso portoghese è stato anche un modo per osservare come in un territorio apparentemente inospitale  -  l’arcipelago della Azzorre è di origine e di marcate caratteristiche vulcaniche -  si sia riusciti attraverso ingegno, perseveranza, e una buona dose di duro lavoro a trasformare “la pietra in vino”. Slogan che dovrebbe essere preso come ottimo punto di partenza e motivo di riflessione per chi voglia riuscire nello sviluppo delle proprie aspirazioni e del proprio territorio.

Nelle giornate dal 27 al 29 settembre diverse riunioni tecniche hanno messo a confronto i vari obiettivi e i risultati raggiunti, e si è lavorato all’organizzazione della conferenza finale che si terrà nel territorio della Loira nel mese di giugno 2013.

26 settembre 2012

(Ri)nasce il COE, Comitato per l’Organizzazione degli Eventi

di Pasquale Cosentino

Si è tenuta ieri, a Chiaravalle, nella sede del GAL, l’assemblea dei soci del Comitato per l’Organizzazione degli Eventi, per una discussione a partire dalla quale l’importante organismo punta alla ripresa delle proprie attività.

Erano presenti, tra gli altri , i rappresentanti dei comuni di Guardavalle, Gagliato, Olivadi, Sant’Andrea Ionio, Amaroni, e San Floro. Per ascoltare, prima di tutto, dal presidente Renato Puntieri, un’appassionata ricognizione delle attività passate, e la manifestazione della sua scrupolosa volontà di non cumulare un ruolo di vertice nel COE con quello di Presidente del Gal serre Calabresi-Alta Locride.

E’ emersa la proposta di offrire la presidenza al prof. Manlio Vendittelli, del Dipartimento DATA, dell’Università degli studi “La Sapienza” di Roma, in considerazione della sua conoscenza del territorio della Calabria e dell’impegno sui temi della pianificazione e dello sviluppo per la nostra regione, nonché della volontà più volte manifestata di coinvolgimento nei processi della partecipazione sociale. Il GAL, come noto, ha nei mesi scorsi firmato una convenzione con il Dipartimento al fine di avviare un percorso strutturato di studio, ricerca, progettazione sui temi dello sviluppo rurale e poter dare la massima efficacia all’attuazione del PSL Terrae Nostrae. La possibilità di coinvolgere il COE in tale percorso potrebbe offrire prospettive di contesto più ampie al lavoro dell’associazione.

Francesco Paparo, Direttore Tecnico, che ha condotto le attività del COE nell’ambito della trascorsa programmazione dei fondi comunitari, ha illustrato in sintesi il cammino fin qui percorso, ricordando  alcune pregevoli iniziative realizzate e le difficoltà – faticosamente ma egregiamente superate – di recupero del cofinanziamento privato.

L’Assemblea, all’unanimità, ha eletto il nuovo Consiglio Direttivo, composto da Emilio Dominijanni (Comune di Sant’Andrea Ionio), Francesco Montepaone (Guardavalle), Luigi Ruggiero (Amaroni), Francesco Fodaro (Gagliato), e Manlio Vendittelli (Università “La Sapienza” di Roma). Considerate le responsabilità scientifiche e di ricerca che trattengono a Roma il Prof. Vendittelli, l’assemblea ha stabilito che quest’ultimo assumerà funzioni di presidente e responsabile scientifico, mentre toccherà ad Emilio Dominijanni il mandato di vice presidente e amministratore delegato, con rappresentanza legale dell’associazione nei confronti di terzi. Essendo il COE chiamato ad imminenti impegni operativi, i partecipanti hanno proposto al Direttore Tecnico Paparo di accettare la riconferma e di garantire una celere acquisizione dei meccanismi di funzionamento dei progetti e delle metodologie di lavoro, proprio alla luce dei risultati, per nulla scontati, raggiunti in passato.

A questo punto della riunione, la presidenza dell’assemblea è stata assunta da Emilio Dominijanni, che ha ringraziato tutti per la fiducia ricevuta, ed ha voluto esprimere la sua piena soddisfazione per poter operare al fianco del Prof. Vendittelli, noto per le sue doti umane e scientifiche.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 160 follower